Il PORTAFORTUNA del giorno….01.06.2012

Le parole gentili sono brevi e facili da dire, ma il loro eco è eterno.
Quello che noi facciamo è solo una goccia nell’oceano, ma se non lo facessimo l’oceano avrebbe una goccia in meno.

Non capiremo mai abbastanza quanto bene è capace di fare un sorriso.

Incontriamoci con un sorriso e una volta che avremo cominciato l’un l’altro ad amarci diverrà naturale fare qualcosa per gli altri.

La sincerità non è altro che umiltà e tu acquisti l’umiltà solo accettando umiliazioni.

La gente che scrive su di me, ne sa sul mio conto più di quanto ne sappia io stessa.

Non sapremo mai quanto bene può fare un semplice sorriso.

Se siete umili nulla vi toccherà, né lodi né ignominie.

Fate che chiunque venga a voi se ne vada sentendosi meglio e più felice.

Tutti devono vedere la bontà del vostro viso, nei vostri occhi, nel vostro sorriso.

La gioia traspare dagli occhi, si manifesta quando parliamo e camminiamo. Non può essere racchiusa dentro di noi. Trabocca. La gioia è molto contagiosa.

Non importa quanto si dà ma quanto amore si mette nel dare.

L’amore non vive di parole né può essere spiegato a parole.

Il vero amore deve sempre fare male. Deve essere doloroso amare qualcuno, doloroso lasciare qualcuno… Solo allora si ama sinceramente.

Se giudichi le persone, non hai il tempo di amarle.

Madre Teresa


Chi beve caffè vive più a lungo

Chi beve caffè vive più a lungo. O almeno così suggerisce l’ennesimo studio sul legame tra caffeina e salute, pubblicato di recente sul The New England Journal of Medicine. I ricercatori dei National Institutes of Health hanno analizzato i dati sul consumo di caffè di 400 mila uomini e donne di età compresa tra i 50 ed i 71 anni.
Difficile determinare se il caffè fa bene o fa male per due buone ragioni: la prima è che chi beve molto caffè spesso è anche un fumatore e dunque non è facile capire a cosa sono imputabili eventuali malattie; la seconda è che il caffè alza la pressione sanguigna per effetto della caffeina, ma nello stesso tempo grazie agli antiossidanti possiede numerosi benefici anche per la salute cardiovascolare.
Del campione di anziani analizzato, seguito dai ricercatori per diversi anni, 52 mila persone sono morte entro il 2008. Molti consumatori di caffè consumavano anche carne rossa, fumavamo e conducevano una vita sedentaria.

Eliminati tutti questi fattori di rischio, però, è emerso che chi beveva più caffè era meno a rischio di ammalarsi di diabete, malattie cardiache, malattie respiratorie, ictus, infezioni ed anche di incorrere in infortuni ed incidenti (la caffeina come ben sappiamo migliora immediatamente la nostra lucidità ed i tempi di reazione).
Il rischio di mortalità dimuiva del 10 per cento per gli uomini e del 15 per cento per le donne che bevevano da due tazze a sei tazze di caffè al giorno, anche decaffeinato. L’autore dello studio, Neal D. Freedman, ricercatore al National Cancer Institute, avverte però che questi risultati si basano su pure osservazioni, dunque non è il caso di mettersi a bere caffè a go go. Tuttavia, afferma, i consumatori di caffè possono finalmente tirare un sospiro di sollievo: non sarà il caffè ad ucciderli.
Fonte:benessereblog.it

 

Attività fisica per combattere l’ansia

 

Soffrite d’ansia? Provate a combatterla a colpi di esercizi fisici, specie se siete sedentari e affetti da malattie croniche. La notizia arriva da un’indagine realizzata da alcuni ricercatori di Atene che hanno acceso i riflettori su una condizione che peggiora notevolmente la qualità di vita di chi già soffre di altre patologie in maniera cronica.

L’indagine ha previsto la selezione e l’analisi di numerosi studi, pubblicati su riviste internazionali e riguardanti oltre 2.900 persone sedentarie costantemente affette da problemi di salute. Secondo gli autori specifici programmi di attività fisica, praticati per non più di 12 settimane e comprendenti lezioni della durata di almeno 30 minuti, sarebbero in grado di ridurre di circa il 30% i sintomi dell’ansia rispetto alla conduzione di una vita sedentaria senza il ricorso ad alcun intervento.
La regola da seguire perchè funzioni è quella della costanza: per poter davvero alleviare l’ansia, l’attività fisica deve entrare a far parte della giornata dei malati cronici ma non essere vissuta come un impegno gravoso da portare obbligatoriamente a termine.

Fonte:benessereblog.it

Ridurre lo stress, ecco sette modi per combatterlo

Che lo stress sia un grande problema dei giorni nostri è la cosa più ovvia. Lavoro, famiglia, impegni, vita sentimentale e problemi non fanno che metterci alla prova costantemente e quotidianamente.
Può sorprendere, però, sapere che la concezione di stress biologico è una scoperta abbastanza recente ed è avvenuta alla fine degli anni ‘50 dall’endocrinologo Hans Selye che per primo lo ha riconosciuto e documentato (”The Stress of Life” 1956)
Ci sono diversi modi suggeriti per combattere lo stress o almeno ridurlo e alleviarlo. Dopo il salto potete leggere sette consigli interessanti da poter seguire senza particolari sforzi. E poi, ovviamente, diteci se già li seguite e, in caso contrario, se funzionano!

1. Respirare. Sembra stupido, oppure ovvio e scontato ma un esercizio particolare consigliato da fare al mattino e alla sera. Siediti su una sedia, chiudi gli occhi, inspira e poi espira davvero lentamente mentre dici qualche parola a te stesso. Solitamente si consiglia il termine “uno”, da ripetere intervallata tra inspirazione ed espirazione. Concentrati solo su quella parola ad ogni respiro che fai. E’ un esercizio che sa essere molto distensivo.

2. Ascoltare musica Quando ti senti oppresso da una situazione stressante cerca di prendere una pausa e di ascoltare della rilassante musica classica. Ha un effetto positivo sulla mente e sul corpo, può abbassare la pressione del sangue e ridurre il cortisolo, un ormone legato proprio allo stress

3. Fare qualcos’altro per almeno 15 minuti Certe volte ci si arrovella su una cosa e su un solo pensiero. Se c’è qualcosa che ti sta “logorando” smetti di fare ciò che stai facendo e concentrati su qualcos’altro da fare per almeno un quarto d’ora prima di tornare all’attività di prima. Potrai scoprire che ci stai pensando un po’ meno

4. Una buona alimentazione Sembra banale dirlo ma “Tu sei quello che mangi”. Spesso si saltano i pranzi o ci si dimentica di mangiare a pranzo. Poi si tampona il buco allo stomaco con qualche snack o panino da mangiare velocemente. E’ un errore. Cerca di non trascurare la frutta e la verdura tra i cibi, insieme al pesce che è ricco di Omega 3 e aiuta anche a combattere i sintomi dello stress

5. Fare esercizi. Non significa dover fare almeno due ore di palestra o puntare ad una maratona. Semplicemente camminare o fare un po’ di stretching durante una pausa è salutare e può dare sollievo immediato in una situazione particolarmente stressante.

6. Dormire regolarmente Uno dei colpevoli maggiore di stress è proprio un sonno sbagliato. Fai il possibile per andare a dormire e per svegliarti tutti i giorni allo stesso orario. Sì, significa anche al weekend. Il corpo è come una macchina e affinchè possa viaggiare “ad alta velocità” il motore ha bisogno delle giuste ore di sonno.

7. Fare ricerche. Libri e lo stesso internet che state usando adesso sono un punto importante per scoprire informazioni e suggerimenti per allievare lo stress in tanti modi possibili. Scoprirne di nuovi può essere sempre un vantaggio, no?

 

Come conservare l’abbronzatura

D’accordo: è il momento di pensarci. Come conservare più a lungo possibile l’abbronzatura faticosamente conquistata sul campo?
Le scuole di pensiero sono molteplici, ma abbiamo cercato, attraverso varie fonti in rete, di ricordare i consigli generalmente condivisi. La parola d’ordine è senz’ombra di dubbio idratare. Se la pelle si secca, l’abbronzatura se ne va. E per idratare bisogna sicuramente bere molta acqua, un consiglio buono per tutte le stagioni. E aiutarsi anche con bevande dal potere antiossidante. Come, per esempio, il te verde.
Fondamentale poi l’assunzione di vitamina A. La trovate suprattutto nei frutti gialli (pesche, albicocche), ma anche in parecchie verdure (carote, peperoni, spinaci e prezzemolo) e pure in qualche frutto un po’ più esotico come la papaia o il mango.
Non fatevi mancare la vitamina C e la vitamina E. Insomma: frutta e verdura su tutto. E poi gli acidi grassi omega-3 e omega-6 (latte, pece, frutta secca). Potete aiutarvi anche con gli olii naturali che rendono luminosa la pelle grazie alle loro proprietà.
Non fatevi la doccia con bagnoschiuma aggresivi. Prodotti naturali e ricchi di vitamine sono sempre preferibili.
Evitate, invece, l’ultima spiaggia: autoabbronzanti, lettini e docce solari. Non vi restituiranno la bellezza del colore naturale. Meglio passare più tempo possibile all’aria aperta anche una volta tornati in città.

Fonte:benessereblog.it

Per aver ossa sane: Vitamina D e buon Calcio Organico

“La parola farmaco in greco significa ne più ne meno veleno.”
Il calcio organico è un minerale facilissimo da trovare.

Il corpo ne richiede 0,8 grammi al giorno, nella forma organicata naturale ovviamente.
Abbondanza di calcio organicato si denota nei semi di sesamo, di lino e girasole, nelle foglie verdi (prezzemo, sedano, lattuga, …. ), nelle bucce degli agrumi, nelle noci e nelle mandorle.
La vitamina D, trasportatrice e distributrice di calcio

La vitamina D esiste nella forma concreta delle vitamine liposolubili (oleovitamine) D2 e D3, importantissime per il metabolismo del calcio negli umani.
L’oleovitamina D2 (C28H44O) o calciferolo, è presente negli oli dei semini vegetali (sesamo, lino, girasole, papavero) e dei cereali (specie nella segale e nell’avena), e si trova in minime ma utili quantità in tutte le foglie verdi e nei germogli, nelle punte o getti di piante primaverili, nei broccoli, nel crescione, nei lieviti, favorita dall’azione del sole sulle piante.
L’oleovitamina D3 (C27H44O) o colecalciferolo, è sostanza organica lipoide, derivante dal 7-deidrocolesterolo, e trasformata dall’azione del sole sull’ergosterolo della pelle.
In pratica la sostanza cerosa prodotta dal corpo e chiamata colesterolo buono ad alta densità (HDL), serve anche a garantire il minimo vitale di vitamina D.

Stare al sole ed evitare sostanze D-distruttrici e comportamenti D-impedenti
Entrambe la D2 e la D3, chiamate per comodità e semplicità vitamina D tout-court, vengono rese attive dalla irradiazione e dalla luce solare.
Mezz’ora di sole al giorno, preferibilmente a corpo nudo, garantiscono tutta la vitamina D necessaria a stare bene.
Anche la luce solare filtrata tra le nuvole offre un certo apporto, per cui l’esposizione della pelle all’aria è sempre un fatto positivo.
Più la gente si copre e maggiori carenze si causano al corpo.
Non basta solo cercare la vitamina D, optando per il solarium e lo stare di più all’aria aperta, ma occorre evitare le sostanze distruttrici della vitamina D, che sono principalmente il sale e l’aceto.
Cappelli, occhiali scuri, tatuaggi, eccesso di vestiario, creme protettive, sono tutte cose che creano impedimento assorbitivo alla pelle e vanno decisamente condannati.

Alcuni nemici dai quali stare alla larga:

1) L’ombra e il chiuso.
2) L’immobilità e la scarsa respirazione.
3) Cibi acidificanti o acido-formanti o muco-formanti (vedi opera illuminante del dr Arnold Ehret).
4) Sale e aceto(cercare delle alternative più naturali).
5) Cibi cotti.
6) Latticini e carni.
7) Caffè e the.
8) Farmaci e vaccini.

Mantenere in efficienza la tiroide e le altre ghiandole endocrine, cioè vivere sano e conformemente alla natura, come amava dire Marco Aurelio, il più saggio e colto degli imperatori romani

E’ basilare mantenere in buone condizioni di equilibrio la tiroide e tutto il sistema ghiandolare, mangiando vegano e crudo, e lasciando rigorosamente fuori i latticini.
Per una buona assimilazione del calcio la panacea esiste senza ombra di dubbio.
Tante belle camminate all’aria aperta, accompagnando i passi con respirazione profonda e ritmata, a pieni polmoni, senza timore di sbuffare e di farlo rumorosamente, come dei mantici in azione espulsiva.
Ogni volta che ci sono raggi di sole da prendere, non farsi pregare e andar fuori a catturarli.
Valdo Vaccaro – Direzione tecnica AVA-Roma e ABIN-Bergamo

Fonte: tuttouno.blogspot.com

Stupido criminale arrestato, ha scippato un detective in un locale pieno di poliziotti

Entra in un pub e dopo aver puntato il computer portatile di una donna, lasciato incustodito accanto ad un tavolino, se n’è appropriato. L’uomo, che con la mente festeggiava anticipatamente i risultati ottenuti in quella “giornata di lavoro”, è stato bloccato prima di poter guadagnare l’uscita.

La sfortuna non è cieca, anzi, ci vede benissimo – Nel bar, e in questo si può dire esser stato particolarmente sfortunato, vi erano 40 ufficiali della polizia di Fulham, alcuni dei quali anche in divisa! Mark Jimenez, questo il nome del protagonista della vicenda, è stato incoronato “criminale più stupido del Regno Unito”.

Incoronato ladro più stupido del Regno Unito – “Non posso credere che un uomo possa esser così stupido – ha detto il giudice Cllr Greg Smith prima di pronunciare la sentenza di condanna – ha tentato di scippare un detective in una stanza piena di ufficiali”. Jimenez, un disoccupato senza precedenti penali, è stato condannato da un giudice comunque clemente: per i prossimi 18 mesi dovrà effettuare lavori socialmente utili e stare lontano dai pub.

Fonte:4risate.com

Tumori: Settimana Europea contro il Cancro. Parola d’ordine prevenzione


(ASCA) – Roma, 25 mag – La LILT – Lega Italiana per la Lotta
Contro i Tumori – in sinergia con ECL (European Cancer
Leagues), nell’ambito della European Partnership for Action
Against Cancer -EPAAC- e’ tra gli organizzatori della
Conferenza sulla Prevenzione, all’interno della European Week
Against Cancer (EWAC) 2012, la Settimana Europea Contro il
Cancro.
La Conferenza internazionale verte sul tema:
”Prevenzione prima di tutto. Controllo del tabacco,
screening e sani stili di vita” e si svolgera’ nei giorni 31
maggio-1 giugno 2012 presso l’Auditorium del Ministero della
Salute a Roma.
All’interno del meeting verranno presentati progetti ricerche
e proposte del mondo istituzionale, scientifico e medico dei
vari Paesi partecipanti sul tema della prevenzione in campo
oncologico, con l’obiettivo di aprire una nuova fase di
discussione, riflessione e confronto.
L’appuntamento rappresenta uno degli eventi che la LILT ha
programmato per celebrare degnamente i suoi 90 anni di
attivita’ e di impegno per diffondere sani e corretti stili
di vita a favore della prevenzione.
La prima giornata della Conferenza – in concomitanza con
la Giornata Mondiale Senza Tabacco indetta dall’OMS per cui
la LILT e’ referente per l’Italia – si svolgera’ il 31
maggio dalle ore 13.00.
Alla tavola rotonda di apertura saranno presenti, tra gli
altri, Francesco Schittulli, Presidente Nazionale LILT,
Umberto Veronesi, Presidente del Comitato Scientifico LILT,
Enrico Garaci, Presidente ISS e Mario Pescante, Vice
Presidente Comitato Olimpico Internazionale.
Fulcro del dibattito sara’ la denuncia delle strategie
dell’industria del tabacco per contrastare le politiche
adottate da centinaia di Paesi per aiutare i fumatori a
smettere, proteggere gli altri dall’esposizione al fumo e
imporre norme severe sulla pubblicita’ e la vendita dei loro
prodotti.
Il numero di fumatori nell’Unione Europea e’ elevato:
circa un terzo della popolazione. Si registrano circa 650
mila decessi all’anno dovuti al fumo. In Italia si stima che
i tabagisti siano piu’ di 11, 6 milioni e le morti collegate
al tabacco arrivino a 83 mila in un solo anno.
Agire adeguatamente contro il tabagismo e’, quindi,
compito complesso, che richiede politiche ed interventi in
ambiti diversi da quello strettamente sanitario. E’
necessario, infatti, un approccio che tenga conto delle
condizioni sociali, culturali, ambientali e psicologiche del
problema ”fumo”.
”Non fumare; se fumi, smetti…” e’ il primo dei dodici
punti del Codice Europeo contro il Cancro (sana
alimentazione, esercizio fisico, evitare l’alcol, esposizione
al sole, etc.) che sara’ all’ordine del giorno della seconda
giornata della Conferenza scientifica: ”Screening e sani
stili di vita”,il 1*giugno.
Per quanto riguarda gli screening, la LILT portera’ in
Conferenza l’esperienza, la conoscenza e i dati del progetto
”Si scrive screening, si legge prevenzione dei tumori” : un
impegno realizzato su incarico del Ministero della Salute che
ha visto coinvolte piu’ di dieci regioni italiane. Obiettivi
prioritari del progetto, migliorare – attraverso adeguate
metodologie e procedure di coinvolgimento – la consapevolezza
dei cittadini sull’importanza degli screening, rafforzando,
nel contempo, la diffusione, l’accesso e la partecipazione ai
programmi di screening organizzati.
Fonte: notizie yahoo

Fumo: uccide 80 mila italiani l’anno, a Milano porte aperte ai centri Lilt

Milano,   (Adnkronos Salute) – “Non mandiamo in fumo la salute”. E’ il messaggio della Lilt di Milano in vista della Giornata mondiale senza tabacco del 31 maggio, promossa dall’Organizzazione mondiale della sanità e dedicata quest’anno ai tentativi della lobby dei produttori di indebolire la guerra al tabagismo. Un’epidemia che ogni anno uccide quasi 6 milioni di persone nel pianeta (di cui oltre 600 mila muoiono per fumo passivo), di cui oltre 80 mila in Italia. Per contribuire ad abbattere questi numeri, giovedì la sezione milanese della Lega italiana per la lotta contro i tumori offrirà ai fumatori la possibilità di effettuare gratuitamente un breve colloquio motivazionale di disassuefazione, presso i suoi Centri antifumo di viale Caterina da Forlì a Milano, e di via San Gottardo a Monza. Per informazioni telefonare allo 02-49521.
“Per 365 giorni all’anno, da 32 anni – sottolinea l’Onlus – la sezione milanese della Lilt è impegnata in un programma di lotta al tabagismo, per aiutare e sostenere tutti quelli che voglio smettere di fumare, per sensibilizzare la popolazione al problema del fumo e, attività importantissima, per educare i più giovani affinché a fumare non comincino nemmeno. La Lilt – ricorda l’associazione – conduce infatti nelle scuole primarie una campagna che coinvolge ogni anno circa 21 mila ragazzi delle quinte. Con il supporto di un’équipe di educatori e psicologi specializzati, attraverso specifici programmi, i preadolescenti trovano la strada per fare, consapevolmente, una scelta a favore della salute e contro il tabacco. E sentirsi forti dell’orgoglio di essere parte di una nuova generazione di non fumatori. A loro volta, i piccoli paladini antifumo possono svolgere un’opera di sensibilizzazione ed educazione nei confronti degli adulti a loro vicini, per convincerli a lasciar perdere le sigarette”.
Ma l’impegno del terzo settore non basta, avverte la Lilt. “E’ fondamentale non abbassare mai la guardia” ed “è necessaria la sinergia di più parti, istituzioni, enti e associazioni, per contrastare il dannoso vizio del fumo”.

Fonte: notizie yahoo

Venere passa davanti al sole il 5 giugno 2012, evento rarissimo

Non prendete impegni martedì sera, il prossimo 5 giugno: dopo la superluna della scorsa settimana
il cielo ci offrirà infatti uno spettacolo rarissimo e unico nel suo genere. Potremo assitere a una parziale, anzi parzialissima, eclissi di Sole causata dal transito di Venere davanti alla nostra Stella. Ciò che si vedrà sarà un minuscolo puntino nero che si muoverà attraverso il disco solare.
L’evento, che a prima vista potrebbe sembrare banale e insignificante, è in realtà molto particolare dal punto di vista astronomico. Prima di tutto per la sua frequenza: questi transiti si manifestano due volte ogni secolo, a 8 anni di distanza uno dall’altro. L’ultimo si era verificato nel 2004. E poi per l’importanza storica: nel XVIII secolo astronomi ed esploratori avevano organizzato imponenti spedizioni in ogni parte del globo per osservare i transti avvenuti nel 1761 e nel 1769. L’obiettivo degli scienziati dell’epoca era quello di misurare il tempo di transito del pianeta sul disco solare da diverse posizioni per ricavarne, con complessi procedimenti matematici, una misura corretta della distanza tra la Terra e il Sole. (Le spettacolari immagini del Sole realizzate dal Solar Dynamc Obeservatory)

Il transito del prossimo 5 giugno inzierà alle 22.09 GMT (le 00.09 in Italia) e durerà circa 7 ore. Questo darà modo a tutti di vederne almeno una parte: per seguirlo tutto occorrerà invece prendere un aereo e… inseguirlo.

Bello ma.. come osservarlo? Sicuramente non fissando direttamente il Sole, nemmeno indossando un paio di comuni occhiali scuri e tantomeno attraverso binocoli o telescopi con le lenti non protette dagli speciali filtri solari. Le conseguenze per la vista potrebbero essere permanenti. Il modo più sicuro è quello di utilizzare un comune binocolo per catturare la luce del Sole durante il transito e proiettarla su un pezzo di cartone chiaro: il puntino nero che si vedrà all’interno del fascio di luce sarà l’ombra di Venere in movimento.
Un sistema analogo, anche se su scala molto maggiore, sarà utilizzato dagli scienziati della NASA per studiare la composizione chimica dell’atmosfera del pianeta: gli astronomi hanno infatti puntato Hubble, le cui ottiche non sono pensate per inquadrare direttamente il Sole, verso la Luna, che verrà utilizzata come un gigantesco specchio per catturare le immagini del transito ed effettuare una spettrografia all’atmosfera del pianeta identificandone così i singoli elementi. Ma dato che la composizione chimica dell’atmosfera di Venere è ben nota agli scienziati, questo studio verrà utilizzato principalmente per mettere a punto algoritmi di analisi spettrografica più precisi di quelli attuali.

Fonte: notizie yahoo

Usa, coppia in Kansas si sposa nonostante 2 trombe d’aria in arrivo

Kansas City (Missouri, Usa), 25 mag. (LaPresse/AP) – Sulle pianure dello Stato americano del Kansas i tornado sono diventati un evento talmente usuale che gli ospiti non ci hanno neanche fatto caso quando Caleb e Candra Pence hanno posato per la loro foto di matrimonio con due trombe d’aria visibili sullo sfondo. Il video delle nozze, girato da uno zio dello sposo, è stato visto più di 20mila volte su YouTube. La coppia e gli ospiti non sembrano molto preoccupati, nonostante alle loro spalle, a circa 16 chilometri di distanza, si vedano un paio di tornado. Il National Weather Service ha riferito che le trombe d’aria, con venti di 222 chilometri all’ora, hanno distrutto una fattoria e danneggiato alcune turbine eoliche. Caleb Pence ha dato una spiegazione semplice all’apparente calma durante la cerimonia: era talmente concentrato sul matrimonio che la tempesta era l’ultima delle sue preoccupazioni.

Fonte: notizie yahoo

Ragazza tira a canestro mentre è in coma

Maggie Meier gioca a pallacanestro da quando ha imparato a correre, e lo sport si è così radicato in lei che riusciva a fare canestro anche mentre era in coma: era sufficiente metterle tra le mani una palla. La sorella univa le braccia a cerchio, per un canestro improvvisato, e Maggie tirava d’istinto.

“Non ho mai visto niente di simile”, racconta il neurologo che l’ha curata, William Graf, “Il gesto di tirare si è così instaurato a livello base che riusciva a tirare a canestro anche quando non riusciva a parlare o a camminare”.

Maggie aveva contratto una forma di meningite che l’ha tenuta in coma per due mesi e mezzo lesionando anche il suo cervello, tanto che ha dovuto sottoporsi ad una lunga riabilitazione per imparare nuovamente a camminare, parlare e leggere. Ma non ha mai mollato il suo sogno di entrare in una squadra di basket, sogno che è stato recentemente realizzato, quando è stata selezionata dalla squadra degli Huskies.

Maggie ha inoltre deciso che continuerà gli studi specializzandosi nell’assistenza ai disabili, un modo per “ricambiare” l’assistenza che ha ricevuto durante la malattia.

 

Fonte: couriermail.com

Il PORTAFORTUNA del giorno…31.05.2012

Trova il tempo di pensare
Trova il tempo di pregare
Trova il tempo di ridere
È la fonte del potere
È il più grande potere sulla Terra
È la musica dell’anima.

Trova il tempo per giocare
Trova il tempo per amare ed essere amato
Trova il tempo di dare
È il segreto dell’eterna giovinezza
È il privilegio dato da Dio
La giornata è troppo corta per essere egoisti.

Trova il tempo di leggere
Trova il tempo di essere amico
Trova il tempo di lavorare
E’ la fonte della saggezza
E’ la strada della felicità
E’ il prezzo del successo.

Trova il tempo di fare la carità
E’ la chiave del Paradiso.

(Iscrizione trovata sul muro
della Casa dei Bambini di Calcutta.)

Il PORTAFORTUNA del giorno…30.05.2012

Vivi pienamente la tua vita ogni singolo giorno. Fai esperienze, gioisci, sogna! Abbi cura di te e dei tuoi amici. Divertiti, fai il pazzo, non aver paura di essere considerato strano. Esci, viaggia, impara! Vai dove desideri e godi ogni singolo istante, ogni singolo passo. Cogli l’opportunità di imparare dai tuoi errori, non essere così cocciuto da credere che non li farai. Immagina la vita come tu la vuoi e costruiscila un mattoncino al giorno, te la meriti! Non cercare di essere sempre perfetto, perchè ti do una buona notizia, nessuno lo è. Sii semplicemente un buon esempio per chi ti sta intorno. Ama le cose che fai e sii felice.

Stephen Littleword

Nonnina cinese di 102 anni iscritta in prima elementare

Bella notizia questa, in corrispondenza con la riapertura delle scuole in Italia.
La notizia viene dalla Cina, dove una arzilla vecchietta di 102 anni, Ma Xiuxian, di Weshan (Cina), ha concluso la prima elementare. Ma aveva infatti sempre rimpianto di avere iniziato a lavorare giovanissima, come molti bambini del secolo scorso, senza potere frequentare la scuola.

Quando le autorità scolastiche hanno scoperto questo suo desiderio, tramite un’intervista ad un giornale in occasione del suo compleanno, la hanno contattata e le hanno proposto di iscriversi a scuola: Ma ha accettato con entusiasmo.

Certo, Ma deve usare l’apparecchio acustico e gli occhiali per seguire le lezioni, ma ha promesso che si impegnerà molto nello studio. E sta già facendo progetti per quando avrà ottenuto la licenza elementare

Fonte:notiziedapazzi

Donna chiama la polizia: “C’è una persona che sta guidando ubriaca. Sono io, arrestatemi.”

La polizia di Granton, Wisconsin, ha ricevuto una chiamata decisamente insolita. Almeno per come si è conclusa. L’inizio infatti era iniziato abbastanza normalmente: “Qualcuno decisamente ubriaco sta guidando per Granton Road”, era infatti cominciata la telefonata effettuata da una donna identificata come Mary Strey.

La polizia ha diffuso la trascrizione della telefonata:

Donna: “Qualcuno decisamente ubriaco sta guidando per Granton Road”
Operatore: “Va bene signora, lei è dietro di loro, oppure…”
Donna: “No, io sono loro”
Operatore: “Lei è loro?”
Donna: “Sì, io sono loro”
Operatore: “Cioè lei ha chiamato per denunciare il fatto che sta guidando ubriaca?”
Donna: “Sì”
Operatore: “Ok, allora accosti e spenga il motore. Le mando subito una pattuglia”

La donna ha seguito alla lettera le istruzioni dell’operatore, attendendo pazientemente la pattuglia. Quando gli agenti sono arrivati, la donna, identificata poi come Mary Strey, li ha accolti con un “Buonasera, avevo chiamato perché sono ubriaca”.

La donna è stata denunciata per guida in stato di ebbrezza, avendo un tasso alcolico oltre 1, superiore allo 0.8 consentito dalla legge americana.

 

Fonte:foxnews.com

Arrivano le stanze da Karaoke per singola persona

Vi piace il karaoke ma siete timidi e vi vergognate che gli altri vi sentano cantare? È arrivata la soluzione per voi. Le stanze singole da karaoke. Per la verità se volete usarne una per il momento dovete andare fino in Giappone, ma è un primo passo.

Il karaoke, per i giapponesi, è una sorta di hobby nazionale, e se la caratteristica del karaoke dovrebbe essere proprio quella di “improvvisare” in pubblico senza farsi troppi timori di stonare (anche perché spesso sia chi canta sia il pubblico ha bevuto abbastanza da non rendersene conto…), c’è anche chi non digerisce molto questo approccio così “alla buona”.

Una catena di karaoke ha deciso di soddisfare anche questo target, ed ha lanciato le cabine da karaoke singole. Insonorizzate, sono dotate di microfono, impianto audio e ovviamente un monitor dove scorrono i testi. Il costo è di 5 euro l’ora durante il giorno è di 10 euro l’ora di sera e di notte, nelle ore “di punta”.

 

Gli utenti tipici di queste cabine sono di due tipologie diametralmente opposte: da un lato i timidi, che vogliono cantare ma si vergognano a farlo in pubblico, dall’altro i ‘perfezionisti’ che invece vogliono esercitarsi per imparare le canzoni perfettamente prima di eseguirle in un karaoke “pubblico”.

Fonte:weirdasianews.com

Pinguini passeggiano nel corridoio di un aereo

I passeggeri del volo San Antonio – Atlanta hanno avuto due compagni di viaggio a sorpresa, quando due pinguini si sono messi a scorrazzare per il corridoio nel bel mezzo del volo.
I due pinguini erano in viaggio da SeaWorld a New York, dove sarebbero stati “ospiti” di una trasmissione tv di Discovey Channel. Gli accompagnatori degli animali hanno pero chiesto al comandante la possibilità di fare sgranchire le gambe agli animali, per evitare che soffrissero troppo il viaggio chiusi nella stiva. Una volta raggiunta la quota di crociera e assicuratosi che tutto fosse in sicurezza, il comandante ha acconsentito, per la sorpresa e curiosità dei passeggeri: “È la prima volta che ho visto su un aereo tutti sorridere nello stesso momento”, ha raccontato una assistente di volo.
Fonte:upi.com

Lo yatch con isola incorporata

 

Già perché è già stato progettato lo yatch più “esagerato” (difficile trovare altre parole) mai immaginato finora. Il “Tropical Island Paradise” infatti, è uno yatch di 90 metri che include… un’isola tropicale.
Il design del ponte infatti riprende elementi naturali (in particolare, un vulcano, che contiene la suite padronale) e è organizzato come un villaggio. Con piscina, ovviamente.

Lo yatch è pensato per ospitare, molto comodamente, fino a 10 persone.

 

Rapina a mano armata il fattorino della pizzeria: ruba le pizze, ma non i soldi


Un giovane di Colorado Springs ha rapinato un fattorino di Domino’s Pizza, portandosi via un paio di pizze e un paio di porzioni di ali di pollo, ma senza neppure chiedere del denaro al fattorino.

Secondo la ricostruzione della polizia, era stata fatto un ordine da un telefono pubblico, dando come indirizzo quello di un appartamento in realtà disabitato. Quando il fattorino è arrivato sul posto, ha trovato ad aspettarlo quello che poi la polizia ha identificato come Isaiah Pickens, che gli ha puntato una pistola addosso, intimandogli di consegnargli la pizza e le ali di pollo. Nessun accenno, invece, a denaro o altri valori.
Appena Pickens si è dileguato, il fattorino ha chiamato la polizia. Gli agenti non hanno faticato a trovare Pickens: infatti, il giovane era ad una festa a pochi metri dal luogo dell’insolita rapina.

Pickens è stato arrestato, ma c’è già chi l’ha proposto come protagonista di una campagna pubblicitaria per Domino’s Pizza, che peraltro non sarebbe nuova a campagne insolite: qualche tempo fa, aveva lanciato una campagna che diceva che le sue pizze erano mediocri, ma che stavano cercando di migliorarle.
Fonte: timesofindia.indiatimes.com

Le donne mentono sulle diete 468 volte all’anno

Secondo uno studio commissionato da Timex, le donne mentirebbero 468 volte all’anno sulle diete, circa nove volte alla settimana.

La bugia più frequente è “ne ho mangiato solo una piccola porzione”, dopo avere mangiato un piatto abbondante. Altre bugie sono “mi concedo qualche dolcetto solo raramente” oppure “penso di mangiare leggero stasera”.
Lo studio non approfondisce però del tutto il perché di queste sistematiche bugie: si potrebbe pensare che per alcune donne “essere a dieta” è una sorta di status da vantare con amiche e colleghe.

Un’altra ipotesi è che le donne tentino di auto-convincersi di rispettare rigorosamente la dieta perché se ammettessero con sé stesse lo “sgarro”, poi temono di rinunciare del tutto a controllarsi con il cibo.

Fonte: timesofindia.indiatimes.com

Ruba un gelato… e lo nasconde nei pantaloni

 Un piccolo furto, fatto con piccola intelligenza. La polizia della Florida ha arrestato un uomo per taccheggio in un supermercato di Fort Pierce. La polizia era stata chiamata dal responsabile del negozio, dopo che un commesso aveva notato uno strano comportamento dell’uomo al momento di uscire dal negozio.   Il motivo del comportamento è apparso evidente pochi secondi dopo: l’uomo infatti, uscito dal negozio, ha attraversato la strada ed ha iniziato a rovistare nei pantaloni. Da lì, dopo pochi secondi ha tirato fuori… un gelato, che l’uomo ha tentato di addentare nonostante avesse subìto gli effetti del “trasporto”.  In quel momento è intervenuto un agente di polizia, che ha fermato l’uomo per chiedergli conto del suo comportamento: l’uomo, dopo poco, ha ammesso di avere preso il gelato senza pagare: non aveva soldi ma aveva avuto una giornata storta, ed aveva anche appena forato, rimanendo bloccato con l’auto nelle vicinanze del negozio.    Fonte: upi.com

Un libro insegna come usare i figli come attrezzi da palestra

I bambini faranno molto rumore, ma hanno molte altre qualità. Per esempio, possono essere degli ottimi attrezzi per fare esercizio fisico. Non si tratta di una battuta, perché un libro spiega proprio come usare i figli come “strumenti da palestra”.

L’autore è un certo Joshua Levitt, appassionato sportivo, che dopo la nascita della figlia si è reso conto di avere poco tempo per frequentare la palestra.
L’idea gli sarebbe venuta mentre stava giocando con la figlia, quando si è reso conto che giocare a cavalluccio era uno sforzo fisico non da poco… e pensando un po’ gli esercizi si poteva tranquillamente sostituire una sessione in palestra.

Il libro vuole anche insegnare a creare un legame più forte tra padre e figlio: infatti gli esercizi sono allo stesso tempo dei giochi che danno così modo di passare più tempo con il piccolo.

 

Fonte: babybarbells.com

 

Mette su Facebook l’invito per la sua festa di compleanno: si presentano in 1.500

La giovane Thessa sperava sicuramente che la sua festa di compleanno avesse successo, ma non così tanto.

La ragazza, che risiede ad Amburgo, in Germania, aveva postato su Facebook l’invito alla festa per il su0 sedicesimo compleanno, che doveva coinvolgere solo pochi amici intimi, ma per errore ha impostato un evento pubblico, che ha avuto un inaspettato successo.

L’evento ha avuto un successo inaspettato, con ben 15.000 persone che hanno dato conferma di partecipazione all’evento. Quando Thessa ha capito che le cose le stavano sfuggendo di mano, ha chiesto aiuto ai genitori, che (oltre a dirle di cancellare l’evento), hanno informato la polizia e assunto dei sorveglianti per proteggere la casa il giorno della festa.

Infatti, nonostante la festa fosse stata cancellata, si sono presentate circa 1.500 che hanno festeggiato in strada, nonostante la presenza di oltre 100 agenti di polizia.

Nel corso della festa ci sono stati alcuni feriti, prevalentemente ragazze che hanno camminato a piedi nudi su pezzi di vetro di bottiglie rotte, e la polizia ha arrestato alcuni ragazzi. Nonostante tutto però, secondo il portavoce della polizia le cose sono andate tutto sommato bene: “è stata una cosa folle, ma fondamentalmente pacifica”.

Fonte: couriermail.com