PERDERE FOTO E VIDEO SULLO SMARTPHONE FA PIÙ MALE DELLA FINE DI UN AMORE

Image result for FOTO E VIDEO SULLO SMARTPHONE

La nostra ‘memoria digitale’, ovvero l’insieme di foto e video personali realizzati attraverso il nostro smartphone è un vero e proprio tesoro: secondo uno studio, la loro perdita può essere più dolorosa della fine di una relazione o di un incidente d’auto non grave. A scattare la fotografia di ansie e preoccupazioni del cittadino moderno è un’indagine di Kaspersky Lab secondo cui, addirittura, soltanto la malattia di un familiare peserebbe di più della perdita di foto dal telefonino. Condotta su un campione di oltre 16 mila utenti di internet dai 16 anni in su di 17 Paesi in tutto il mondo, la ricerca evidenzia che la metà degli intervistati salva foto e video dei propri figli sullo smartphone (52%) e una fetta ancora maggiore (59%) li conserva sul pc. L’89% salva sul computer tutte le foto che scatta, l’86% sullo smartphone, il 59% sul tablet. Percentuali alte per foto e video dai contenuti intimi: il 51% li salva su mezzi digitali. Grande è anche la consapevolezza dei rischi informatici: il 73% sa che i cyber-criminali sono una minaccia per la propria privacy. Tuttavia l’attenzione per la sicurezza resta scarsa. Quasi la metà degli utenti non usa nemmeno una password o un codice «pin» per proteggere i dispositivi.

ARRIVANO IN ITALIA GLI SPECTABLES, GLI OCCHIALI DA SOLE PER FILMARE RICORDI DI SNAPCHAT

Arrivano in Italia gli Spectables, gli occhiali da sole per filmare ricordi di Snapchat

Arrivano oggi in Italia gli Spectables, gli occhiali pensati per filmare brevi video da dieci secondi e fino a un massimo di trenta senza dover ricorrere all’uso di smartphone o altri dispositivi che impegnino le mani o appesantiscano le tasche. Lanciati a novembre negli Usa, dove sono state vendute circa 60.000 unità (e ricavi per oltre otto milioni di dollari), sono il primo gadget realizzato da Snapchat, la società fondata da Evan Spiegel rinominata Snap dopo la recente quotazione in Borsa, nata come applicazione di messaggistica istantanea con messaggi destinati all’ auto eliminazione dopo la lettura del destinatario o un determinato intervallo di tempo e trasformatasi nel tempo in una sorta di social network.  Approdo social prediletto dai giovanissimi – conta 166 milioni di utenti, di cui 55 milioni fuori dagli Stati Uniti – Snap rende disponibile ora gli Spectables in 14 paesi europei (Austria, Belgio, Danimarca, Germania, Spagna, Finlandia, Francia, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Norvegia, Svizzera, Regno Unito e Svezia) e si possono acquistare per 150 euro sull’eCommerce societario oppure presso gli Snapbot, rivenditori automatici di colore giallo piazzati temporaneamente in determinate località: in Italia la prima è Venezia, negli altri paesi si trovano invece a Barcellona, Londra, Parigi e Berlino. Le prossime città saranno comunicate sulla mappa presente su Spectacles.com, con gli Snapbot che rimarranno in loco solo 24 ore offrendo l’opportunità di una prova virtuale degli occhiali, disponibili nei colori corallo, nero e ottanio.   A cosa servono? L’idea è memorizzare momenti topici della giornata per assicurarsi il ricordo. Non scattano fotografie ma registrano brevi clip, trasferite in modalità wireless nella sezione Ricordi di Snapchat per inviarle agli amici via app o postarle sulle proprie Storie. I video si possono anche scaricare in HD nella fotogallery dello smartphone via WiFi (per i dispositivi Android) o Bluetooth (con iOS). Una delle particolarità è il punto di vista, che è quello di chi li indossa e che consente di rivedere i video nel formato circolare che ricalca la visione dell’occhio umano. All’interno della social-app, invece, i filmati si possono visualizzare a schermo intero e arricchire con l’aggiunta di filtri, emoticon e frasi a scelta.   Attivare gli Spectables è semplice poiché basta indossarli e premere il pulsante presente sulla sinistra degli occhiali, premere una seconda volta per allungare la clip a trenta secondi oppure mantenere la pressione più a lungo sullo stesso pulsante per stoppare la registrazione. Nel corso dei video si accende una spia luminosa sia all’interno, sia all’esterno degli occhiali per avvisare l’utente e le persone circostanti che la registrazione è attiva. Concepiti per garantire più di cento videoclip con una carica, gli Spectables si ricaricano tramite custodia, dotata di una batteria interna.

EMOJI PER LE MESTRUAZIONI, L’INIZIATIVA SI VOTA SU FACEBOOK: ECCO COME

Emoji per le mestruazioni, l'iniziativa si vota su Facebook: ecco come

Un emoticon tutta al femminile. Plan International Australia, un’organizzazione che si occupa dei diritti delle donne, ha lanciato un’iniziativa per inserire tra le emoji una che rappresenti il ciclo mestruale. Lo scorso 28 maggio,  in occasione della Giornata mondiale delle mestruazioni, l’organizzazione ha chiesto attraverso la propria pagina Facebook di scegliere quella che potrebbe essere più rappresentativa. Le opzioni erano cinque: un calendario, le goccioline rosse, le mutandine, un assorbente e l’immagine dell’utero.

Le votazioni sono ancora aperte e quella che otterrà maggiori like verrà candidata all’Unicode Consortium, organo che decide tutte le emoji esistenti nel mondo telematico. L’intento è di rompere il tabù sul ciclo femminile, che ancora esiste: «Anche se almeno 800 milioni di donne e ragazze fra i 15 e i 49 anni stanno avendo le mestruazioni proprio adesso non c’è una sola emoji che rappresenti quella fase. Non è ridicolo che ci sia un’emoji di un floppy disk ma non una per il ciclo?». 

MELOGRANO, AIUTA A COMBATTERE ANEMIA E DIABETE. ECCO LE ALTRE PROPRIETÀ BENEFICHE

Melograno, aiuta a combattere anemia e diabete. Ecco le altre proprietà benefiche

Ha una grande capacità di sopravvivere in habitat ostili, semi-desertici e il suo nome ha origine dal latino, malum e granatum: “mela” “con semi”. Come avrete intuito stiamo parlando del melograno. Nonostante il termine in italiano rimandi alla parola mela, il frutto con quest’ultima ha in comune solo la forma. Si tratta di una pianta originaria di una regione geografica che va dall’Iran alla zona himalayana dell’India settentrionale, presente sin dall’antichità nel Caucaso e nell’intera zona mediterranea. Il melograno è poco calorico (52-60 Kcal per 100 grammi di prodotto); contiene un’abbondante quantità di acqua (circa l’80%); contiene inoltre zuccheri, fibre, proteine e grassi. E’ fonte di potassio, fosforo, magnesio, sodio e ferro. E’ ricco di vitamina C, vitamina B e polifenoli antiossidanti.  Scopriamo insieme tutte le proprietà benefiche attribuite al melograno.  

1 – Cuore. L’assunzione regolare di succo di melograno contribuisce a mantenere un buon flusso di sangue nel corpo. Di conseguenza, aiuta a prevenire gli attacchi cardiaci. Inoltre, gli antiossidanti contenuti nel melograno aiutano ad evitare che il colesterolo cattivo aumenti, proteggendo le arterie. 

2 – Diabete. Il melograno aiuta a ridurre il rischio di varie malattie coronariche. Inoltre, contribuisce a ridurre l’indurimento delle arterie, inibendo lo sviluppo di diverse malattie cardiache.

3 – Anemia. Mangiare melograno fornisce ferro al sangue, contribuendo a ridurre i sintomi dell’anemia, dalle vertigini alle debolezza.

 4 – Stomaco. La buccia, la corteccia e le foglie del melograno vengono utilizzate per calmare i disturbi di stomaco e la diarrea. Bere il tè fatto con le foglie del melograno aiuta a curare i problemi digestivi.

 5 – Anti-tumorale. Il melograno contiene livelli elevati di flavonoidi. Il succo di questo frutto aiuterebbe a ridurre il rischio di sviluppare il cancro. Può inoltre essere efficace nella lotta contro le cellule tumorali.  

6 – Ossa. Il melograno aiuta a ridurre le malattie come l’ateriosclerosi e l’osteoartrite. Contribuisce inoltre a prevenire la formazione di enzimi responsabili della rottura dei tessuti connettivi.

 7 – Denti. Il succo di melograno, che ha proprietà antibatteriche e antivirali, contribuisce a proteggere da diverse malattie del cavo orale ed è un supporto anti-carie.